BOOKING ON LINE

Super Team

Dintorni


Certamente chi pensa di noleggiare una barca importante come prima idea ha in mente di esplorare il mare e le coste, l'idea classica della mini crociera, dell'escursione in mare aperto, perciò ....

SALITE A BORDO! che ci facciamo un piccolo tour virtuale nelle immediate vicinanze....

Portovenere

Porto Venere (Portovénere in ligure, Portivène nella variante locale) è un piccolo comune della provincia di La Spezia, ha poco meno di 4000 abitanti e per la sua estensione territoriale urbana è il più piccolo comune della provincia. Il suo fascino è inversamente proporzionale alle sue dimensioni, dal 1997 Portovenere, insieme alle isole Palmaria, Tino, Tinetto ed alle Cinque Terre, è stato inserito tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Passata la diga foranea del Golfo di La Spezia, appena entrati nel canale di Portovenere, la vedrete stagliarsi davanti a voi in tutto il splendore, fatto dei colori vividi degli uomini e della natura, del verde e del blu.  Sull'orizzonte, un'ombra piano piano prenderà forma e ci lascerà senza fiato, è San Pietro.

Scrive Montale...

« Là fuoresce il tritone

dai flutti che lambiscono
le soglie d’un cristiano
tempio, ed ogni ora prossima
è antica. Ogni dubbiezza
si conduce per mano
come una fanciulletta amica.
Là non è chi si guardi
o stia di sé in ascolto.
Quivi sei alle origini
e decidere è stolto:
ripartirai più tardi per assumere un volto. »

L'impatto di Portovenere sull'animo è questo, si resta come sospesi, e non solo la prima volta che la si vede, bensì ogni volta.

 

Scorci di Cinque Terre

Una corona di meraviglie è raccolta in un fazzoletto di terra, che ne custodisce da secoli i riflessi, questo sono le Cinque Terre, patrimonio ligure e del mondo, che dispiega da mare e dalla costa tutta la propria grazia. Cinque perle che si susseguono sulla costa, dandosi la mano a mezzo di piccoli sentieri, fatti di calda ruvidità.

Da Riomaggiore fino a Manarola, per salire sul promontorio di Corniglia, a picco sul mare e di nuovo scivolare verso Vernazza e Monterosso, passando per baie, rocce colorate, antichi scali, piccole cascate e un blu cobalto che non ha eguali.

Tellaro